Syria

May, 2018
AMRN055
CD Digipack
Price: 
12.50
A-SEPTiC

A-SEPTiC is a creative duo project by two of the Italian most original young  improv-musicians: saxophonist Stefano Ferrian and pianist Simone Quatrana.
They both own a personal voice on their instruments, angular yet lyrically flavoured playing and a superb, soulful inspiration.
This album features instant compositions, a sort of framed glances solidly intertwined by sound narrative threads and pulsing densities.
The overall mood is hugely informed by history contradictions and their declination through social conflicts in the contemporary era.
Syria war-scenario is a paradigmatic magnifier on these contradictions.
They span from macro-political to individual categories, crossover-ing religions, ethnic, economical and social landscapes.
A huge emotional cargo that finds here a bright yet intimate interpretation.

“What’s been documented in this record is just how we felt discovering the abyss within ourselves”

Reviews

Rockerilla
Raffaello Russo

Sono l’urgenza e a complessità del tempo presente ad avere ispirato il duo A-Septic, formato da Simone Quatrana al piano forte e da Stefano Ferrian al sax tenore, nella ricerca di nuove consonanze fra strumenti e linguaggi nei brani di Syria. Non è affatto retorico, infatti, il drammatico richiamo all’attualità suggerito dal titolo del lavoro, al quale corrisponde nei suoi sette brani un incessante gioco di incastri, dalla compatibilità non sempre agevole. L’approccio a schema libero applicato dal duo spazia così tra segmentazioni jazzy r fluidi spunti armonici, trovando sintesi in un’articolata sequenza d dinamiche, che generano paesaggi sonori frastagliati.

Avant Music News
Daniel Barbiero

Syria is the second release by A-Septic, the tenor saxophone-piano duo of Piedmontese musicians Stefano Ferrian and Simone Quatrana. Ferrian, from Novara, is a multi-instrumentalist who in addition to tenor saxophone plays guitar and Chapman Stick; the Milanese Quatrana studied piano with Franco d’Andrea after an initial period of self-instruction. Together, they improvise a kind of music they describe as “instant composing”—which certainly isn’t a bad description of the music here, all of which exhibits a disciplined sense of structure and interplay.

Overall, the mood of the album is reflective—reflective but ultimately passionate. Ferrian and Quatrana play with rubato rhythms and rising and falling dynamics measured by the length of an emotional arc. Quatrana’s piano keeps the music harmonically centered with dark chords that often recall Mussorgsky—particularly on Neve Rossa, an engaging solo performance. Ferrian plays with a sense of melody that fits tightly over whatever harmonic framework he finds himself within. The album is dedicated to Syria, a country for whose sufferings the two tracks titled Sūriyā provide a heartfelt elegy.

Percorsi Musicali
Ettore Garzia

L'impulso della instant composition è determinante anche nello spettrale binomio tra il pianista Simone Quatrana e il sassofonista Stefano Ferrian, censito come A-Septic: è stato appena pubblicato per Amirani R. il secondo cd del duo dal titolo Syriache fin dalla cover, un dipinto di Elena Romenkova, non lascia spazio ad interpretazioni bigotte delle vicende mediorientali. E' un freddo, preoccupato impressionismo che viene fuori dalle evoluzioni improvvisative del duo, in linea con sonorità tutte impostate alla libertà dell'espressione, al sentimento e alla qualità delle note e dei suoni. A momenti romantico, altre volte aspro, Syria conferma quanto già fatto in A-Septic, primo cd nel 2014 del duo: c'è una base schumaniana che avvolge la patina musicale che si mischia con l'amara tranquillità da club del Other side of Round Midnight di Dexter Gordon (Storm è emblematica al riguardo), ci sono temporali in vista (il pianoforte di Quatrana in Unreachable consonance riesce a riprodurre l'effetto tuono in trama, mentre il sax di Ferrian lambisce gli spazi tormentosi del primo free jazz di Roscoe Mitchell) o navi in porto (gli armonici che danno inizio a Sounds). Tutto notevolissimo e perfettamente calibrato nell’improvvisazione.

Music Zoom
Vittorio

I due protagonisti di questa incisione sono da tempo attivi nei circuiti dell’avanguardia con una serie di progetti in varie formazioni. Stefano Ferrian al sax tenore e Simone Quatrana al pianoforte si sono dati il nome di A – Septic e sono andati in studio senza preconcetti, con l’idea di registrare quello che fosse passato loro per la mente attingendo alla sorgente della loro creatività e degli impulsi che giravano per l’aria in quel momento. È proprio per questo che lo hanno intitolato Syria, che in quel preciso periodo era in preda alla violenza della guerra. La copertina di Elena Romenkova con un’immagine di quelle che sembrano macchie di sangue dà un ulteriore contributo al progetto dei due. È una musica che si aggira dalle parti di un’avanguardia poetica, in cui i due, pur utilizzando soltanto un sax tenore ed un pianoforte, riescono a creare un suono proprio ed inconfondibile. Non ci sono urla incontrollate o l’uso smodato dei cluster del piano, si va con brani brevi ma intensi, emozionali, quasi a distillare l’essenza di ciò che i due avvertono davanti a fatti che si svolgono intorno. Sono trentotto minuti che si ascoltano di un fiato e che danno un’idea precisa delle potenzialità espressive del duo. La loro musica non È di quelle più comuni, eppure si ascolta facilmente una volta entrati in sintonia con il mondo interiore che sono riusciti a trasportare nei suoni.

Credits: 

Stefano Ferrian _tenor saxophone
Simone Quatrana _piano

Music instantly composed by Stefano Ferrian and Simone Quatrana
Recorded by Maurizio Berta at Sound & Music Village, Milano, Italy during several sessions on September / October 2017
Mastered by Maurizio Giannotti at New Mastering studio, Milano, Italy
Cover Artwork by Elena Romenkova ( http://leromash.tumblr.com/ )
Graphics by Nicola Guazzaloca
Produced by Stefano Ferrian, Simone Quatrana and Gianni Mimmo for Amirani Records